La relazione di Luigi sul corso di lettura veloce

Articolo di Luigi Palma, risultato il miglior partecipante al corso “La lettura veloce” del mese di Marzo aggiudicandosi la pubblicazione della sua relazione finale.

Risultati ottenuti:
SESSIONE 3: PAM 261, Comprensione 80%
SESSIONE 8: PAM 406, Comprensione 90%


La lettura veloce si basa, innanzitutto, su alcune tecniche che servono per eliminare i vizi di lettura che ci siamo autoimposti e che ci sono stati imposti nell’infanzia dal sistema di educazione vigente. La corteccia celebrale, attraverso il nervo ottico, riesce a immagazzinare circa 1000 parole al minuto, mentre un lettore in media ne legge tra le 100 e le 400. Ciò significa che il cervello si annoia e si distrae, con la conseguenza che ciò che viene letto non si ricorda. Se il potenziale umano è in grado di raggiungere la velocità di lettura di una pagina al secondo, così come facevano Roosevelt o Kennedy, allora non rimane altro da fare che eliminare gli errori.
Il primo fra tutti è sicuramente la sub-vocalizzazione: una lettura sottovoce oppure la classica “voce interiore” che ripete interiormente ciò che si legge e che, discostandosi notevolmente dalla velocità della mente, causa un notevole rallentamento. Un altro problema è quello della regressione: siamo abituati a non seguire un percorso di lettura, tornando spesso su ciò che abbiamo già letto, sia con l’intento volontario di rileggere la frase, per paura di non aver compreso bene, sia istintivamente. Ci sono delle statistiche che comprovano che, nell’80% dei casi, ciò è completamente inutile, poiché il cervello ha già compreso ciò che ha letto. Rallentando e rileggendo, si rischia di non capire il senso dell’intero capitolo e il messaggio che l’autore voleva imprimere alle sue parole.
Serve, inoltre, la consapevolezza di come si muove l’occhio. Il nostro occhio non legge in movimento, ma solo dove si ferma. Occorre, quindi, fermarsi in alcuni punti della pagina per assorbire le parole, i cosiddetti punti di fissità. Occorre, inoltre, allenare il campo visivo dell’occhio. Esso percepisce un’ellisse di 6-7 cm di lunghezza per 2 cm di altezza, leggendo con naturalezza più parole su più righe. E se la “vista migliore”, quella attraverso cui effettivamente vediamo e quindi ciò che il nostro occhio effettivamente punta, corrisponde al 20% della vista totale, è proprio la “vista periferica”, quindi quella che corrisponde all’80% della capacità percettiva, che bisogna sfruttare per vedere più cose contemporaneamente. Dal momento che la vista periferica percepisce le cose solo in bianco e nero, è adatta ad essere utilizzata nella lettura per moltiplicarne la velocità.
Anche la mente fa la sua parte: essa ha la capacità di completare e capire il significato dei testi anche non leggendo il 100% delle parole, in proporzione diretta all’obiettivo che mi fisso. Quanto più è chiaro l’obiettivo di comprensione e finalità della lettura di un testo, tanto più la mente è in grado di comprendere e completare ciò che leggo. È in grado addirittura di comprendere un testo anche se viene letto al contrario, quindi da destra a sinistra.
Un’ulteriore aiuto può essere dato dall’utilizzo di una guida, magari una matita sottile che vada a sostituire il dito che usavamo da bambini nella lettura. L’occhio, infatti, sarà portato a seguire la matita e ciò ci permetterà di decidere la velocità di lettura, saltando da un punto di fissità ad un altro. Si può anche integrare questo ausilio con l’utilizzo di un metronomo. Se ad ogni battito del metronomo si deve leggere una riga, velocizzando i battiti si arriverà a velocizzare anche la capacità di lettura.
Bisogna parlare, poi, di alcune accortezze da seguire quando ci si accosta alla lettura: innanzitutto si deve comprendere il fatto che non tutti i testi siano uguali, e che quindi vadano letti a velocità diverse a seconda dello scopo da raggiungere. Un articolo di giornale di cui già si conosce il contenuto, non potrà essere letto, quindi, allo stesso modo di un testo universitario di cui non si sa nulla. Meglio, quindi, fare uno skimming (una lettura orientativa per farsi un’idea sommaria dei contenuti) nel primo caso, e accompagnarla poi da una seconda lettura approfondita, magari dei capitoli di interesse, nel secondo caso. Se, invece, eseguo una lettura al fine di ricercare in un testo solo un determinato argomento, è meglio stabilire una famiglia di parole chiave che si avvicinano all’argomento designato, in modo da non perdere anche altri passaggi che comprendono sinonimi della parola cercata. Ovviamente, bisogna sedere in una posizione comoda, non appesantirsi col cibo, bere parecchio e non mantenere tensioni muscolari, effettuando pause ogni 20-40 minuti, al fine di potenziare la capacità di concentrazione e far arrivare un afflusso maggiore di sangue al cervello, beneficiando anche di un minor senso di spossatezza alla fine della giornata.

Luigi Palma, partecipante al Video Corso online: “Lettura veloce e Lettura Rapida” By 3Dtraining.it


 TU SAI LEGGERE 1000 PAROLE AL MINUTO?

GUADAGNA TEMPO E CAPISCI MEGLIO!

Se conosci il funzionamento della mente è facile!

 

 
 Video Corso online: “Lettura veloce e Lettura Rapida” By 3Dtraining.it
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cos'è un "cookie"

Un cookie è un breve testo inviato al tuo programma di navigazione internet (browser) dal sito visitato che consente di memorizzare informazioni sulla tua visita, quali per esempio la tua lingua preferita o gli elementi aggiunti al carrello. Questo consente di facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore svolgendo un ruolo importante; senza di essi l'utilizzo del web sarebbe un'esperienza molto più difficoltosa. Per avere ulteriori informazioni sui cookie consigliamo di visitare la pagina web preposta sul sito del garante della privacy o sul sito AboutCookie.org (in lingua inglese).

Come vengono utilizzati

Il sito presenta una finestra popup all'apertura per informare l'ospite che in queste pagine si utilizzano dei cookie e che non è necessario inoltrare un consenso esplicito per la fruizione dei nostri servizi in quanto è sufficiente proseguire la navigazione per accettare implicitamente l'invio di cookie al proprio sistema di navigazione (come stabilito dallo stesso garante della privacy con testo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 126 del 3 giugno 2014). In ogni caso questo sito non distribuisce le informazioni di questa navigazione a terzi nè a fini statistici nè per pubblicità, ma li usa in proprio solo per il funzionamento del proprio sito. Questo sito utilizza i seguenti tipi di cookie:

Cookie indispensabili
Sono essenziali per consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche senza problemi tecnici, come ad esempio accedere alle varie aree protette del sito. Senza di essi alcuni servizi necessari non possono essere fruiti. Performance cookie Raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, per esempio quali sono le pagine più visitare; Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web attraverso lo studio di dati statistici.

Cookie di funzionalità
Consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente e forniscono funzionalità avanzate personalizzate (come articoli scelti o visitati in precedenza per consigli su altri prodotti); possono essere utilizzati anche per ricordare le modifiche apportate alla dimensione del testo, font ed altre parti di pagine web che è possibile personalizzare. Possono essere anche utilizzati per fornire servizi che hai richiesto come guardare un video; le informazioni raccolte da questo tipo di cookie possono essere rese anonime.

Come gestire i cookie sul tuo pc

Per la gestione dei cookie sul proprio broswer, consultate la documentazione redatta dal produttore. Qui di seguito la lista dei sistemi più utilizzati comunemente: Google Chrome (versione desktop) Google Chrome (versione mobile) Internet Explorer Mozilla Firefox Opera Safari (dispositivi mobili quali iPhone, iPad, iPod Touch) Safari (versione desktop)

Google analytics e google adwords

Tali servizi utilizzano i cookie per fini statistici, tali informazioni verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti al fine di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato. E' possibile rifiutare di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo potrebbe non essere possibile fruire di tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati . Si può impedire a Google il rilevamento dei cookie legati al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l'elaborazione di tali dati scaricando e installando l'apposito plug-in per broswer scaricabile a questo indirizzo web.